ACNE E MASCHERINA,IL PROBLEMA DELLA PELLE IN FASE DUE




La quarantena ci ha provati in tutti i sensi, non solo sotto l’aspetto psicologico, anche la pelle ne ha risentito a causa di stress, di dieta irregolare per troppo comfort food, di routine di skincare inadeguata alle tante ore trascorse in casa e per la carenza di vitamina D.

In questi giorni di isolamento è stato per molti la comparsa di acne e impurità della pelle che hanno definito la nostra «faccia da quarantena».

Adesso che finalmente si inizia a vedere la luce, dei parchi, ed è fortemente consigliato indossare la mascherina, con le temperature in aumento c’è un nuovo fenomeno con il quale fare i conti, quello che già molti dermatologi d’oltre confine hanno definito Maskne: ovvero acne da mascherina.

Ovviamente il problema non avrà mai un’entità pari a quello affrontato da medici e infermieri che la mascherina devono indossarla per più di otto ore consecutive al giorno, ma per chi ha la pelle già problematica il dispositivo di protezione dal contagio può aggravarne le condizioni. E adesso che con l’allentamento dell’isolamento per uscire va coperto il viso, il problema sta dilagando su scala più ampia, con i dermatologi che raccontano di ricevere tante richieste di aiuto dai loro clienti.

Con la pandemia da covid i livelli di stress hanno fatto aumentare le eruzioni acneiche e altre problematiche della pelle, lì dove questa è occlusa dalle mascherine che abbiamo iniziato a usare.

Ogni frizione e irritazione da queste provocate può innescare la proliferazione di batteri  nella pelle, che se ha lesioni, favorisce l’ingresso di sporco e germi negli strati più profondi.

Quello che è stato notato a proposito della «maskne» è che si localizza dove si poggia la mascherina: sul naso, sul mento e sulle guance, ha la forma di piccoli punti bianchi, o neri, o di mini abrasioni e cisti.

Bastano pochi accorgimenti alla skin routine e il problema può essere arginato. 1.  Lavare il viso prima e dopo aver usato la mascherina.

2. Prima di applicare una mascherina usare un detergente delicato per evitare di intrappolare batteri che possano far peggiorare le irritazioni.

3. Lavare sempre in modo diligente le mani durante il giorno ed evitare il più possibiledi toccare il viso.

4. Detergere almeno una volta al giorno il viso con un prodotto che elimini i batteri cattivi, alcuni dermatologi consigliano cleanser al 5% di perossido di benzoile.

10 visualizzazioni

Iscriviti alla nostra Newsletter

I dati sono trattati nel rispetto del Regolamento EU 679/2016. La e-mail ci consente di poterle inviarle offerte promozionali e comunicazioni di marketing  In ogni momento potrà accedere ai suoi dati e chiederne la cancellazione, mediante l'apposito link riportato in ogni comunicazione o scrivendo a info@medermal.it

Per informazioni CHIAMA OGGI!
0131.1951181
Seguici su Facebook
Contattaci

PRIVACY

I dati inseriti saranno trattati nel rispetto del Regolamento EU 679/2016. Pertanto l'inserimento della e-mail ci consente di poterle rispondere ed inviarle offerte promozionali.  In ogni momento potrà accedere ai suoi dati e chiederne anche la cancellazione, mediante l'apposito link riportato in ogni comunicazione o scrivendo a info@medermal.it

Seguici su Instagram

Seguici su Twitter

Ci trovi anche qui

  • Facebook Medermal
  • Instagram Medermal
  • Twitter Medermal
  • Trip Advisor Medermal
  • Google+ Medermal
  • YouTube Medermal
  • Pinterest Medermal
Il nostro BLOG

© 2017 Copyright by MeDermal - All Rights Reserved. Medici Alessandro P.I. 02379060060 - Via Cavour, 75 - 15121 ALESSANDRIA

recensioni clienti