Seguici su Facebook

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per informazioni CHIAMA OGGI!
Contattaci
Seguici su Instagram
0131.1951181

Seguici su Twitter

PRIVACY

I dati inseriti saranno trattati nel rispetto del Regolamento EU 679/2016. Pertanto l'inserimento della e-mail ci consente di poterle rispondere ed inviarle offerte promozionali.  In ogni momento potrà accedere ai suoi dati e chiederne anche la cancellazione, mediante l'apposito link riportato in ogni comunicazione o scrivendo a info@medermal.it

I dati sono trattati nel rispetto del Regolamento EU 679/2016. La e-mail ci consente di poterle inviarle offerte promozionali e comunicazioni di marketing  In ogni momento potrà accedere ai suoi dati e chiederne la cancellazione, mediante l'apposito link riportato in ogni comunicazione o scrivendo a info@medermal.it

Ci trovi anche qui

  • Facebook Medermal
  • Instagram Medermal
  • Twitter Medermal
  • Trip Advisor Medermal
  • Google+ Medermal
  • YouTube Medermal
  • Pinterest Medermal

La nostra APP

Il nostro BLOG

© 2017 Copyright by MeDermal - All Rights Reserved. Medici Alessandro P.I. 02379060060 - Via Cavour, 75 - 15121 ALESSANDRIA

TATUAGGI E SOLE: COSA C'E' DA SAPERE


Reazioni allergiche sulla pelle: secondo le ultime statistiche, nel nostro Paese sono aumentate del 10 per cento. Anche a causa dell’esposizione solare. Un fenomeno che non esclude chi ha scelto di tatuarsi su porzioni più o meno estese di epidermide.

La prima cosa importante è che il tatuaggio, indipendentemente dalla sua dimensione, sia stato eseguito nel rispetto delle norme di sicurezza previste per legge esiste una normativa – e in Italia è abbastanza rigida – che controlla e bandisce l’uso di alcuni coloranti e additivi specifici, soprattutto quelli per il giallo e il rosso, che sono risultati fototossici e cancerogeni. Importante, quindi, accertarsi sempre del rispetto della legalità e della provenienza dei pigmenti colorati, che potrebbero anche essere stati acquistati via Internet, senza una chiara origine. Attenzione anche ai tatuaggi realizzati all’estero: non in tutti i Paesi esistono i medesimi controlli e le stesse ristrettezze riguardo all’uso di ingredienti coloranti.

Sotto il sole, la pelle tatuata necessita anche di attenzioni specifiche.

I tatuaggi più delicati? Quelli nuovi. Il tatuaggio è una vera e propria lesione della pelle, tant’è che sulla superficie epidermica si creano delle crosticine. L’iter è pertanto quello di una vera e propria ferita, per cui l’esposizione solare è vietata per le prime 3 o 4 settimane dalla realizzazione.Non solo: al fine di scongiurare le infezioni batteriche, la parte interessata viene medicata con pomate antibiotiche locali, che al sole risulterebbero fotosensibili.

Ma attenzione: l’anzianità di un tatuaggio, al sole non è comunque garanzia di sicurezza ,ci sono tatuaggi che hanno dato problemi in passato, come reazioni allergiche o granulomi, e che potrebbero avere altre reazioni fotoallergiche, dovute sempre ai coloranti e agli additivi dei coloranti. Alcuni colori, come il rosso e il giallo, creano allergie e la foto esposizione può stimolare questo fenomeno anche a distanza di tempo.

Il suggerimento per chi ha tatuaggi estesi è quindi quello di adottare protezioni solari molto alte, con spf 50+, avendo cura di stenderle ogni due ore. I tatuaggi più piccoli si possono coprire con uno stick solare, sempre con la massima protezione, tenendo presente che, nel caso di sintomi quali prurito, bruciore, vescicole locali, è fondamentale rivolgersi a un dermatologo.

#TATUAGGI #SOLE #PROTEZIONESOLARE

1 visualizzazione