ORA SOLARE: COME SOPRAVVIVERE AL JET LEG


Due volte l’anno siamo costretti a “resettarci”, a imporre una sorta di pit stop al nostro organismo che deve cambiare abitudini e comportamenti. Il passaggio dall’ora legale a quella solare (e viceversa) rappresenta una sorta di “ponte” tra un momento e l’altro dell’anno, tra una stagione e l’altra. Il ritorno all’ora solare, ad esempio, si può anche considerare l’ultimo di quei gesti e rituali che indicano l’archiviazione definitiva dell’estate, dopo il ritorno post-vacanza alle solite attività, la lista dei buoni propositi e il cambio dell’armadio.

Ma non sempre il semplice cambio di lancette dell’orologio rappresenta un momento di rinnovamento, anzi per alcuni diventa un vero e proprio stress da sopportare e superare. Qualche tempo fa, ad esempio, in Gran Bretagna nacque un movimento che chiedeva di abbandonare il ritorno all’ora solare. Proposta che ha trovato sostenitori anche in Italia, discussa dal Parlamento inglese e mai attuata. Per fortuna, secondo me. Sì perché penso che se anche meno ore di luce non facciano piacere, non per questo dovremmo sentirci immersi in un’atmosfera noir alla Stieg Larsson. Anzi si può approfittare di questo momento per andare “in letargo” come fa la natura, per stare più con noi stessi e con la famiglia. E in ogni caso bastano alcuni piccoli accorgimenti su sonno, alimentazione e abitudini e in pochi giorni il problema jet lag è superato.

Cambio d’ora solare, praticamente, cosa significa? Meno ore di luce e spostamento di un’ora delle solite abitudini. Dunque: Ci si sveglia più tardi E questo in sé non sarebbe male! Ma se teniamo conto dell’orario fisiologico, almeno per i primi giorni, alla fine è come se ci si svegliasse un’ora prima. Inoltre, la sera si dovrebbe andare anticipare il sonno, ma se, ad esempio, siamo abituati ad addormentarci alle 23, con il nuovo orario è come se fossero le 22. Quindi: si dorme meno! Si mangia più tardi Stesso discorso per il cibo. Abituati a pranzare alle 13, ad esempio, non avremo granché fame a quell’ora, poiché l’organismo suggerisce che in realtà sono ancora le 12. Scompensi alimentari in agguato.

COME RIMEDIARE?

Introducendo piccoli cambiamenti nel nostro stile di vita, almeno per alcuni giorni. Piccoli e graduali cambiamenti nelle abitudini Per ovviare agli spiacevoli effetti causati dal ritorno all’ora solare il prof. Michele Cucchi, direttore sanitario del Centro Medico Santagostino di Milano e specializzato in psichiatria, suggerisce di introdurre alcune piccole varianti comportamentali già alcuni giorni prima dello spostamento effettivo delle lancette dell’orologio. «Andare a letto più tardi nei giorni immediatamente prima del cambio dell’ora e alzarsi un po’ dopo nello stesso weekend, allenandosi così gradualmente al cambiamento. Aiuta anche – aggiunge – fare attività fisica per attenuare gli effetti ormonali di questi cambiamenti e consumare pasti leggeri per non cedere alla naturale propensione alle abbuffate, indotta da un meccanismo di compenso neurobiologico».

Cambio ora ottobre 2017: riprogrammare il ciclo del sonno La difficoltà maggiore è questa: cambia il ritmo sonno –veglia e occorre riabituare il fisico a rispettare i soliti orari. Che fare? Anche in questo caso piccoli passi come puntare la sveglia alla stessa ora anche nel week end (almeno per uno) e lasciar filtrare un po’ di luce dalle finestre, non immergersi nel buio totale. La luce, infatti, opera un’importante funzione sul nostro organismo, inducendolo a produrre serotonina, l’ormone del buonumore.

Regolare l’appetito Fame eccessiva e/o inappetenza sono in agguato! Per ingannare l’orologio biologico “settato” su determinati orari basta consumare qualche spuntino in più. Per i pasti principali, preferire cibi che combattono insonnia e stress. A tal proposito, Coldiretti suggerisce di consumare pane, pasta e riso, ma anche lattuga, radicchio, aglio e formaggi freschi, uova bollite, latte caldo e frutta dolce. Evitare invece cibi conditi con curry, pepe, paprika e sale in abbondanza così come salatini, alimenti in scatola e minestre con dado da cucina che contengono glutammato.

#ORASOLARE #DORMIRE #prendersicuradelcorpo #ENJOYMEDERMAL

2 visualizzazioni
Seguici su Facebook

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per informazioni CHIAMA OGGI!
Contattaci
Seguici su Instagram
0131.1951181

Seguici su Twitter

PRIVACY

I dati inseriti saranno trattati nel rispetto del Regolamento EU 679/2016. Pertanto l'inserimento della e-mail ci consente di poterle rispondere ed inviarle offerte promozionali.  In ogni momento potrà accedere ai suoi dati e chiederne anche la cancellazione, mediante l'apposito link riportato in ogni comunicazione o scrivendo a info@medermal.it

I dati sono trattati nel rispetto del Regolamento EU 679/2016. La e-mail ci consente di poterle inviarle offerte promozionali e comunicazioni di marketing  In ogni momento potrà accedere ai suoi dati e chiederne la cancellazione, mediante l'apposito link riportato in ogni comunicazione o scrivendo a info@medermal.it

Ci trovi anche qui

  • Facebook Medermal
  • Instagram Medermal
  • Twitter Medermal
  • Trip Advisor Medermal
  • Google+ Medermal
  • YouTube Medermal
  • Pinterest Medermal
Il nostro BLOG

© 2017 Copyright by MeDermal - All Rights Reserved. Medici Alessandro P.I. 02379060060 - Via Cavour, 75 - 15121 ALESSANDRIA